Jay Mohler e gli Ojos de Dios: mandala della cultura tradizionale nativa americana

pubblicato 04 ott 2011, 13:49 da Annalisa Ippolito   [ aggiornato in data 04 ott 2011, 14:11 ]
Ho avuto modo di scambiare dei messaggi con Jay Mohler uno dei pochi artisti di Ojos de Dios (Occhi di Dio), di cui avevo gia' parlato tempo fa in questo articolo Nell' “Ojos de dios” il mandala in Messico si fa quadrato

Dalle nostre chiacchiere e' scaturita una interessante intervista su questo particolare manufatto artigianale che esprime nei suoi motivi artistici e nei suoi colori una vicinanza di forme e sostanza che supera ogni distanza geografica.  

Ritessendo in un unico disegno i fili di tradizioni e culture diverse, come uno degli archetipi junghiani, l'Ojos de Dios attraversa i Continenti e gli Oceani trasformandosi in uno strumento portatore di calma, tranquillilta', pace e protezione... proprio come un mandala.

La relativa essenzialita' delle forme geometriche di base, il cerchio e il quadrato, la semplicita' con cui si puo' creare, la reperibilita' dei materiali con cui si costruisce e l'uso cui e' destinato sono tutti elementi che contribuiscono a rendere l'Ojos de Dios un "mandala delle culture tradizionali americane".

Per leggere l'intervista integrale in inglese clicca su Jay Mohler and the Ojos de Dios: "Mandalas” of Western Traditional Culture

per sapere di piu' sull'Ojos de Dios clicca qui 

Per maggiori informazioni su Jay Mohler: