Iniziative/Attivita'‎ > ‎Attivita'‎ > ‎

Corso Mandala, l'infanzia dello spirito umano: il risveglio - Bologna 22 e 23 ottobre

pubblicato 07 ott 2016, 07:54 da Annalisa Ippolito   [ aggiornato in data 07 ott 2016, 08:37 ]
Bologna, 22 e 23 ottobre 2016

PROGRAMMA 
Il mandala delle origini: i segni della coscienza
Il mandala della culla beata 
Il mandala dell'incanto
Il mandala del risveglio del bisogno

~~~
Il risveglio corrisponde per certi versi a una nascita, o a una rinascita
Le nascite non sono mai indolori, ciascuno di noi porta i ricordi del proprio venire al mondo tatuati nel profondo dell'anima, dove giacciono sopiti e nascosti alla coscienza. Scoprire che questa realtà esiste, prenderne consapevolezza ci aiuta nel percorso di crescita, trasformazione e guarigione.  

Ai primordi dell'umanità la visione del mondo mitologica consente di costruire pensieri astratti, riconduce alla consapevolezza e alla capacità di interagire con i poteri della Natura che appaiono forti e distruttivi. 
L'essere umano entra nella dimensione della cultura e della comunicazione creativa attraverso simboli e miti e in questo percorso possiamo ritrovare attraverso il mandala e le sue molteplici manifestazioni un'occasione per noi stessi, per il nostro benessere e per la nostra trasformazione. 

Come affermava Carl Jung “Non possiamo risolvere i nostri problemi più importanti, dobbiamo evolvere al di là di essi”. 
Per questo motivo affidarci ad un cartoncino e disegnare un mandala significa scommettere sulla capacità dell'animo umano di trovare una risposta nascosta nelle pieghe dell'anima o della spiritualità talmente antica da essere radicata nella memoria collettiva dell'umanità

In occasione di questo corso intensivo avremo modo di fare esperienza teorico-pratica del mandala e dei suoi simboli, del linguaggio antico e nuovo e del nostro personale approccio al mandala. 

Per informazioni e iscrizioni apri la pagina, leggila fino in fondo, compila il modulo versa il contributo, per ogni dubbio, incertezza scrivimi a eventi@mandalaweb.info
Comments