Il mandala incontra l’Idiota Zen, perche ridere e’ una cosa seria – Aprile 2014

pubblicato 10 apr 2014, 14:32 da Annalisa Ippolito   [ aggiornato in data 05 mag 2014, 05:33 ]
Ridere e’ una cosa seria. Un monaco una volta mi ha detto: “se ridi, fallo con tutto il cuore, se piangi fallo con tutto il cuore. Stai nel sentimento e soprattutto non prenderti troppo sul serio.
Per questo tra il serio e il faceto il mandala incontra l’Idiota Zen, uno dei personaggi di satira di cui sono appassionata. 
Dalla matita di PV, alias Pietro Vanessi, l’IdiotaZen, con sagacia, punta il dito proprio nei meandri della nostra limitazione umana. L’IdiotaZen e il mandala, entrambi frutto di vite di ricerca e di ripensamenti, si intrecciano, sono esempi del nostro divenire e della nostra possibilita’ di crescere o non crescere, scegliere o non scegliere, della nostra capacita’ di vivere nel quotidiano tutte quelle meravigliose e autorevoli leggi divine che si scontrano con la nostra umanita’. Il personaggio di PV ha cominciato a girare dentro i miei mandala, pensando e meditando e da questo incontro sono scaturite le immagini che vedete in questa pagina e nel video.
Le cosiddette “mandalate”.
Nelle “mandalate” ci possiamo riconoscere, ma con leggerezza, grati che l’Idiota Zen ci permetta quel sorriso, indulgente e ci lasciamo prendere un po’ in giro perche’ e’ importante, specie per chi vive una vita di ricerca e impegno, sapersi guardare allo specchio e capire che siamo esseri umani e spesso rischiamo, prendendoci troppo sul serio, di perdere di vista la vera via della verita’.
Le sue battute argute e pungenti arrivano dritte allo scopo per scoperchiare i nostri vizi e le piccole mancanze, con una battuta la nostra indole tutta intera e l’essenza di cio’ che siamo emergono e ci divertono, ma al contempo ci mostrano il nostro lato meno nobile. 
Sono autentiche esattamente come il mandala.
Non mente l’Idiota Zen e non mente mai il mandala, anche quando ci mette di fronte alle nostre ombre… un monito, un avvertimento, un simpatico richiamo alla realta’ tutto questo sono le “Mandalate”... e pensare che all’inizio sembrava solo uno scambio di battute! 
 







Per visitare il sito di Pietro Vanessi e leggere le battute dell’Idiota Zen
http://www.unavignettadipv.it/public/blog/index.php?cat=5
 
 
 
 
 
 
 
 






Comments